Fuorisalone 2019

Università degli Studi di Milano
8-14 aprile

 

Nella splendida cornice dell’Università degli Studi di Milano, durante i giorni della Milano Design Week, l’ingresso alla prestigiosa Aula Magna accoglie l’installazione Ouverture, progettata dall’architetto Andrea Maffei, con la collezione DOT di Fioranese.

Le tre porte di accesso all’Aula Magna vengono rivestite da un massiccio muro in cemento che si apre con tre grandi portali ruotati di 30°, posti in rapporto dinamico con la geometria regolare del chiostro, stabilendo così un invito a entrare.

 

“I vuoti che si creano nei tre portali lasciano in evidenza le cornici, le lesene, i capitelli delle antiche porte sul retro e stabiliscono un rapporto dinamico tra marmo antico e cemento moderno.”

Arch. Andrea Maffei

Nasce così un dialogo tra passato e presente, tra materia e forma, in un flusso dinamico di attraversamento dall’esterno del chiostro all’interno dell’Aula Magna, che accoglie il visitatore offrendo una personale interpretazione del concept di Interni Human Spaces 2019.

“La vita è più importante dell’architettura”

Oscar Niemeyer (1907-2012)

 

La mostra Interni Human Spaces per il Fuorisalone 2019 è uno stimolo, su più scale e dimensioni progettuali, per rimettere gli esseri umani e i loro bisogni vitali al centro del design. Favorire una visione antropocentrica dell’architettura, ma anche del design di oggetti, sistemi e reti, significa cogliere il benessere fisico e psicologico delle persone come orizzonte di riferimento in relazione ai vari spazi in cui vivono e lavorano.

DOT by Andrea Maffei

 

Protagonista dell’installazione Ouverture è il gres porcellanato della collezione DOT, un’interpretazione dell’arch. Andrea Maffei del calcestruzzo, per lui il materiale che meglio definisce l’architettura moderna, qui proposto in un pattern triangolare che ricama con geometrica continuità l’intera superficie, evidenziando i fori circolari – DOT – lasciati dalla matrice sul cemento.

“Il cemento è apparentemente neutro, ma al tempo stesso irregolare, maculato, vivo e vibrante.
Questa sua irrazionale e imprevedibile varietà di toni e di superfici lo avvicina all’irrazionalità dell’uomo, che coglie nella sua materia tante percezioni diverse.
Guardando intensamente il cemento si leggono molte storie diverse, parallele, sovrapposte e ricche di complessità.”

Arch. Andrea Maffei

 

Scopri la collezione DOT

FUORISALONE A MILANO DESIGN WEEK
Università degli Studi di Milano
Ca’ Granda ex Ospedale Maggiore
Via Festa del Perdono, 7

8 aprile: opening/conferenza stampa ore 14.30
8-14 aprile: ore 10.00 – 24.00
15-18 aprile: ore 10.00 – 22.00
19 aprile: ore 10.00 – 18.00

Si informa che questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Se si desidera saperne di più leggere l’informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Continuando con la navigazione si acconsente all’ utilizzo dei cookie.